Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca Qui per ulteriori informazioni.

SoftSkills small

Nell’ottica di una didattica innovativa ho proposto ai miei alunni di 3^Bp un esperimento per contrastare una caduta di interesse e una generale demotivazione allo studio delle mie discipline. Dopo un primo momento di frustrazione per le aspettative disattese, mi sono confrontata con i miei studenti e, dopo aver rinnovato con loro il patto di reciproca fiducia, sono arrivata alla conclusione che i ragazzi avessero bisogno di una “scossa emotiva” per focalizzare meglio i loro obiettivi a breve e a lungo termine.
Il punto fondamentale, che spesso sfugge a noi adulti, è che gli adolescenti hanno bisogno più che mai di modelli positivi e alla loro portata; hanno bisogno di ragazzi come loro, in grado di offrire spunti di riflessione e di azione positivi, in modo da renderli maggiormente fiduciosi nel futuro, ampliando le loro prospettive nella carriera, nello studio e nelle relazioni.
Poiché l’informazione viaggia veloce, specialmente quando la comunicazione avviene tra uguali, ho proposto alla classe una lezione dimostrativa sul metodo di studio e la memorizzazione rapida di dati (con l’applicazione del metodo “Genio in 21 giorni”), da parte di alcuni giovanissimi rappresentanti della Soft Skills Academy, la società che incentra le sue attenzioni soprattutto sullo sviluppo delle abilità laterali e delle potenzialità individuali.
Attraverso questa lezione, volevo semplicemente mostrare ai miei alunni, che ci sono altri mondi da esplorare e altre strade che possono intraprendere, alternative a quelle che conoscono e di cui spesso non sono soddisfatti. Volevo dimostrare loro che tutti possono riuscire a raggiungere obiettivi che ritengono troppo lontani o impossibili.
A parte un iniziale scetticismo e una breve resistenza passiva, gli studenti hanno risposto positivamente e, dopo quest’incontro, ho riscontrato in loro una spinta motivazionale maggiore.
Colgo qui l’occasione per ringraziare il formatore della Soft Skills Academy, Giovanni Scarselletta e i suoi due assistenti, Michela Perra e Giangabriele Tortora, che hanno aderito affabilmente alla mia richiesta e il D.S. del nostro Istituto, prof. Massimo Siddi, che ha gentilmente acconsentito a che questo incontro avvenisse.

Silvia Loi


Clicca per leggere le impressioni degli alunni di 3^Bp

Clicca qui per leggere il feedback dell’istruttore Giovanni Scarselletta.